I Romani a tavola

Ipertesto realizzato dalla IV ginnasiale dell'Istituto "L.Pietrobono" di Alatri

Il pasto dei Romani

Dove

Come

Quando

Le cene famose

Il pasto dei legionari

Il pasto degli schiavi

Gli oggetti parlanti

Le ricette

Apicio e le sue ricette

Gli ingredienti

I vini

Il pane

Il men¨ di oggi

Cecubo

Vino rosso ancor oggi prodotto nei dintorni di Fiuggi e poi pi¨ a sud, attorno al lago di Fondi fino al golfo di Gaeta.Vino ritenuto estremamente generoso e durevole nel tempo.Dava facilmente alla testa e aveva un sapore amaro che per˛ si attenuava con l'invecchiamento.Gli erano necessari moltissimi anni per maturare al meglio. Plinio elogia quello prodotto ad Amicle una cittadina prossima a Terracina. Attribuisce questa bontÓ al particolare terreno palustre in cui crescevano rigorosamente i pioppi ai quali si sposava la vite.Vino prediletto da Orazio.Secondo il poeta con un lungo invecchiamento diventava sempre pi¨ forte e pi¨ dolce.Famosissimo divenne il Cecubo prodotto durante il consolato di Opimio nel 121a.C.A metÓ del I secolo la produzione si ridusse alla sola regione di Fiuggi, perchÚ Nerone aveva fatto costruire un canale e compiere opera di bonifica nella palude pontina distruggendo i vigneti.