I Romani a tavola

Ipertesto realizzato dalla IV ginnasiale dell'Istituto "L.Pietrobono" di Alatri

Il pasto dei Romani

Dove

Come

Quando

Le cene famose

Il pasto dei legionari

Il pasto degli schiavi

Gli oggetti parlanti

Le ricette

Apicio e le sue ricette

Gli ingredienti

I vini

Il pane

Il menų di oggi

Dove

Usualmente i Romani mangiavano seduti su uno sgabello,di rado , a tavola, nella maggior parte dei casi in cucina accanto al fuoco se faceva freddo.
Con il passar del tempo e con il miglioramento delle condizioni economiche i Romani pių abbienti destinarono una stanza  al pasto (tablinum)
Soltanto dal II secolo a.C. essi iniziarono a mangiare sdraiati nel triclinium
Mentre d’inverno erano abituati a  desinare nelle sale da pranzo , d’estate i Romani gradivano pranzare in giardino, dove di solito si trovava una lunga tavola per le pietanze. I letti erano in mattoni per evitare che si rovinassero durante la stagione invernale.
Un altro tipo di sala da pranzo era il cenacolo, allestito al piano superiore delle domus.
Tuttavia per i pasti mattutini e di metā giornata i Romani si servivano spesso delle tabernae ,delle cauponae o delle popinae