acciaio

L'acciaio divenuto disponibile nel '900 relativamente a buon mercato, finý a poco a poco per sostituire il ferro e la ghisa. In particolare esso consentý di risolvere un problema che colpiva le compagnie ferroviarie: l'accrescimento del volume dei traffici e la potenza sempre maggiore delle locomotive che sottoponevano i binari a sollecitazioni tali che, nonostante fossero costruiti in ferro, dovevano essere sostituiti ogni quattro o cinque anni. L'acciaio inoltre fu ampiamente utilizzato sia nell'industria meccanica, per la costruzione di macchine agricole, tessili, di automobili, sia nell'industria bellica, per le fortificazioni e per la produzione di cannoni e di corazze per navi, sia nell'edilizia, con la messa in opera della carpenteria metallica.

http://www.itcgmontefiascone.it/novecento/xxacciai.htm

indice > societÓ di massa > innovazioni tecnologiche