Bibliolab LABORATORIO DI STORIA > materiali didattici > prodotti > shoah

 

SCUOLA MEDIA STATALE
"GIOVANNI XXIII"

PIETRAMELARA

SHOAH

Su

 

I trasporti dall' Italia

16.09.43 Ŕ il primo trasporto. Da Merano (Bolzano) 25 persone sono deportate nel Lager di Reichenau (Innsbruck, Austria). 

8.10.43 Ŕ il trasporto n. 5. Da Mantova. 

21.11.43 Ŕ il trasporto n. 10. Dal Lager di Borgo San Dalmazzo.

14.01.44 Ŕ il trasporto n. 19. Dal Lager di Trieste.

8.03.44 Ŕ il trasporto n. 32. Da Firenze. 

16.05.44 Ŕ il trasporto n. 45. Dal Lager di Fossoli.

12.11.44 Ŕ il trasporto n. 100. Da Gorizia (Udine). 

18.11.44 Ŕ il trasporto n. 103. Dal Lager di Trieste.

18.12.44 Ŕ il trasporto n. 114. Dal Lager di Trieste. 

22.03.45 Ŕ l'ultimo trasporto. Dal Lager di Bolzano.

Complessivamente i trasporti dall'Italia per i Lager nazisti d'Oltralpe furono 123.

Trasporto verso i Lager del Terzo Reich. 

Il trasporto Ŕ il momento del trasferimento nei Lager nazisti d'Oltralpe dei deportati in partenza dal luoghi di carcerazione o dai Lager italiani.

Nel percorso di annientamento della persona proprio della deportazione, il trasporto assume un ruolo importante, di fatto

 un'anticipazione delle condizioni di vita nei Lager.

Esso avviene su carri bestiame, chiusi dall'esterno, senza provviste alimentari, 

senza acqua e senza servizi igienici.

Molteplici sono le sofferenze fisiche e psichiche patite durante il trasporto, dovute a pi¨ cause: i maltrattamenti, la totale disinformazione circa la destinazione, 

il violento distacco dai propri cari e dal proprio ambiente, 

le tremende condizioni 

(chiusi per giorni in carro bestiame, affamati, assetati, esposti al caldo ed al freddo).

Arrivo e ingresso nel Lager. 

Giunti alla stazione del paese vicino al Lager, 

i deportati vengono fatti scendere dai carri bestiame; 

incolonnati per cinque, raggiungono a piedi l'ingresso del campo, 

sorvegliati dalle SS con i cani .

In molti casi la colonna di deportati, composta da giovani, donne, adulti e anziani, 

attraversava addirittura le strade del paese per raggiungere il Lager. 

Le diverse azioni qui descritte avvengono mentre la SS e i Kap˛ urlano ordini in una o pi¨ lingue incomprensibili al deportati (tedesco, polacco). 

I deportati non capiscono gli ordini e ci˛, unitamente alla brutalitÓ di SS e Kapo, 

crea un continuo terrore che, per i deportati, si traduce in percosse e violenze.

SpoliazÝone

 lasciare tutto quanto si Ŕ portato con sÚ, mettersi tutti nudi indipendentemente dalle condizioni atmosferiche

Rasatura

rasatura dei capelli, depilazione di tutte le parti del corpo. 

Disinfezione

 spennellatura o 'immersione dei deportati in un liquido disinfettante che 

provocava forti bruciori. 

Doccia 

ora caldissima ora gelida costituiva in realtÓ per i Kapo un pretesto per esercitare violenza. 

VestizÝone

 distribuzione casuale di un lacero vestito o zebrata

 

 un paio di zoccoli, un cappello, niente biancheria intima.

 Baracca di quarantena

 isolamento dei deportati di un trasporto per qualche giorno o settimana in una particolare baracca del Lager, lontano dai deportati giÓ nel Lager

 

Immatricolazione:

attribuzione di un numero di matricola in sostituzione del nome. 

Il numero di matricola Ŕ stampigliato su due strisce di stoffa cucite l'una

 sul lato sinistro della giacca e l'altra sul lato destro dei pantaloni. 

Lo stesso numero Ŕ impresso su una piastrina di metallo 

che il deportato porta legata al polso sinistro. 

Assieme al numero di matricola c'Ŕ un triangolo, colorato in base alla cosiddetta 

categoria di appartenenza del deportato, 

anch'esso da cucire con il numero sulla giacca. 

Solo nei Lager del complesso di Auschwitz 

il numero viene anche tatuato sull'avambraccio.

I Lager di destinazione dei trasporti partiti dall'italia

Austria Mauthausen                                               21 trasporti                         

Germania Bergen-Belsen                                        5 trasporti 

                  Buchenwald                                           15 trasporti

                  Dachau                                                   37 trasporti

                  Flossenburg                                             5 trasporti 

                  Ravensbruck                                             8 trasporti 

Polonia    Auschwitz 1 e Auschwitz 2  Birkenau    32 trasporti

Lager tedeschi
 

 

 

Su

Ipertesto realizzato dal Prof. Giuseppe Landolfi

Per commenti e/o suggerimenti scrivi a : landogiu@vodafone.it