Bibliolab LABORATORIO DI STORIA > materiali didattici > percorsi > il boom degli anni '60 > FILMOGRAFIA > De Santis 1949

FILMOGRAFIA

Il boom degli anni '60

  di Grazia Bologna

indietro

FILMOGRAFIA - fonti filmiche

indietro


RISO AMARO 
Giuseppe De Santis 1949

Inizialmente, Riso amaro era stato concepito dal regista e dagli sceneggiatori come uno studio dello sfruttamento delle mondine nelle risaie della pianura padana, ma finý col diventare un'opera caratterizzata dal forte sex appeal di Silvana Mangano, giovane attrice esordiente.
La vicenda d'origine finý col passare in secondo piano e divent˛ l'affermazione personale dell'attrice che dall'oggi al domani divent˛ una star in Europa e in America.
Le scene del lavoro delle mondine si presentano anche come una denuncia della condizione femminile negli anni del dopoguerra, offrendo una visione dello sfruttamento dal forte impatto.
I momenti che il film offre all'analisi didattica non sono molti, ma importanti e permettono una ricostruzione accurata delle fasi del lavoro, duro, faticoso; delle precarie condizioni in cui si svolge; del senso di gruppo che esso determina in chi deve vivere in comune i sentimenti, gli affetti, le gioie e i dolori.
Vita da caserma, suggeriscono gli stanzoni in cui le mondine dormono e consumano la noia delle giornate di pioggia, in cui si cerca di soffocare la malinconia e la noia con scherzi infantili, racconti del proprio paese, canti popolari.
Canti tradizionali scandiscono infatti le fasi del lavoro, in cui non Ŕ permesso comunicare in altro modo, e riecheggiano una tradizione secolare.

Utilizzazione didattica

Ľ arrivo delle mondariso nelle cascine della pianura su camion riecheggianti quelli militari
Ľ sistemazione in grandi stanzoni aperti e senza divisori
Ľ fasi del lavoro
Ľ momenti di vita collettiva, che permettono di superare il senso di nostalgia
 
 

SCHEDA FILM

Regia: Giuseppe De Santis
Anno: 1949
Con: Vittorio Gassman, Doris Dowling, Silvana Mangano, Raf Vallone, Checco Rissone, Nico Pepe
Soggetto e sceneggiatura:
Gianni Puccini, Ivo Perilli, Carlo Musso, Carlo Lizzani, Giuseppe De Santis, Corrado Alvaro
Durata: 108'
Genere: drammatico

indietro