DOPO L'ARRESTO

Quando l'alloggio segreto fu scoperto,  il 4 agosto 1944, Anna, la sua famiglia e gli altri furono imprigionati e poi portati nel campo olandese di Westerbork.
Lì arrivarono l'8 agosto 1944 e vi rimasero un mese.
Il 3 settembre furono deportati ad Auschwitz.
All'arrivo, uomini e donne furono divisi e poi avvenne la "selezione", cioè la separazione dei vecchi, delle donne deboli, dei bambini e dei ragazzi fino a 15 anni dalle persone più robuste, in grado di lavorare.
Gli altri furono subito mandati alle camere a gas.
Anna si salvò perché dimostrava un po' più dei suoi 15 anni.

 
Home